Festival della matematica, La bellezza dei numeri e i numeri della bellezza

L'avvenimento, davvero eccezionale, si è svolto presso l'Auditorium di Roma il mese scorso. Non si erano mai visti tanti geni della matematica riuniti per una manifestazione scacchistica. Non hanno solo giocato a scacchi, ci sono state conferenze, spettacoli teatrali (con il premio nobel per la letteratura Dario Fo), musicali (con il premio Oscar Nicola Piovani). Oltre ai personaggi di cui vedrete le foto mentre sono impegnati nella simultanea tenuta da Boris Spasskij contro 15 geni della matematica, hanno partecipato Alain Connes (medaglia Fields, autore di "Pensiero e materia" e "Triangolo di pensieri"), sir Michael Atiyah (medaglia Fields, già presidente della Royal Society e del movimento Pugwash degli scienziati contro l'atomica), Andrew Wiles (autore della dimostrazione dell'ultimo teorema di Fermat), il regista Mario Martone (autore del film "Morte di un matematico napoletano"), Benoît Mandelbrot (iniziatore della teoria dei frattali), il fisico John Barrow (premio Templeton 2006 per i legami tra la religione e la scienza). L'iniziativa era curata da Piergiorgio Odifreddi, sotto l'alto Patronato del Presidente della Repubblica.   Le foto sono di Caissa Scacchi. .

.

Giancarlo Marcotulli ha collaborato all'organizzazione 

eccolo tra Alfërov e Hofstädter (vedere sotto le foto singole)

 

.

Zhores Alfërov - premio Nobel per la fisica.  Nato in Bielorussia (la famiglia è di origine russa ed ebraica) ha contribuito significativamente allo sviluppo  dell'elettronica e della moderna fisica delle eterostrutture. Dal 1995 è membro della Duma per il Partito Comunista Russo. Ha diverse lauree, tra cui quelle di "Candidate of Scienses in Technology" e "Dottore di Scienze in Fisica e Matematica"

Douglas Hofstädter - premio Pulitzer nel 1980 con il libro "Gödel, Escher, Bach: Un'eterna Ghirlanda Brillante". Nato nel 1945 a New York, insegna Informatica e Scienza cognitiva presso il dipartimento di Psicologia dell'Università del Michigan. Si interessa soprattutto di intelligenza artificiale e sta effettuando ricerche sui modelli percettivi di livello superiore, sul pensiero analogico e sulla creatività

Paolo Maurensig, l' ex agente di commercio e scacchista divenuto una celebrità con il romanzo "La variante di Lüneburg", partita  tra un maestro di scacchi ebreo ed uno nazista, che l'autore fa svolgere magistralmente attraverso gli eventi storici. Del suo secondo libro, "Canone inverso", il regista Ricky Tognazzi ha creato la versione cinematografica.

John Forbes Nash Jr.,  premio Nobel per l'Economia. La sua vita è stata descritta nel film "A Beautiful Mind" interpretato da Russell Crowe. Matematico puro e raffinato. E' un genio unico al mondo nell'affrontare i problemi più complessi da un'ottica nuova e impensabile dagli altri.  Il noto psichiatra Vittorino Andreoli dice di lui: "Non è frequente che un matematico parli ad un convegno di psichiatri, ma ciò che mi colpì particolarmente era l'argomento: la schizofrenia di cui aveva sofferto e che era guarita. Non conoscevo alcun caso di guarigione da questa forma di psicosi, e soprattutto non mi era noto alcun personaggio che, pur schizofrenico, fosse un matematico di grande fama"

.

.

M.Sampieri - 25 aprile 2007