SCACCHI DEL VICERE'

Per giocare a scacchi senza motori scacchistici

(di Maurizio Sampieri)

.

In questa posizione in cui tocca al Nero muovere, il Bianco è in vantaggio.  Guardate la valutazione che ne dà "Stockfish 7" con Windows 64 bit.  +-  2.08 !

Con un vantaggio così, normalmente, basterebbe seguire le giocate del software per vincere la partita.

E infatti, a gioco corretto un buon computer è anche in grado di sacrificare un Alfiere per due pedoni per vincere la partita.

Non sempre è così, capita sovente che debba essere l'umano a suggerire il sacrificio, che però, una volta effettuato, generalmente viene riconosciuto come "buono" anche dal software che da quel momento cambierà la propria valutazione.

Ma ammettiamo pure che tutti i programmi sarebbero giunti in questa posizione dopo aver sacrificato un Alfiere per due pedoni.

Ho sottoposto questa posizione (pubblicata nel libro El Ajedrez del Virrey) a Deep Rybka 4, ma tutti gli attuali programmi in circolazione, sia costosi che gratuiti, arrivano a vedere che il Bianco dà scacco matto in 8 mosse dopo:

1... Rf6, 2.c8=D  ecc...

con le regole degli Scacchi del Viceré non è così, il Nero ha l'asso nella manica:

1... Aa6-c8 !!   

PATTA !!!!!!!!!!!!!!!!!!

 

Guardate la valutazione di Stockfish:  Matto in 4 mosse!

 

Infatti, adesso, con le regole del Viceré il Bianco può al massimo rispondere

2.d7xc8=A   (vedi diag.)

il cui seguito è:

2... Rf6   3. Ad7, Re5   4.c8=A

 

Posizione finale dopo 4. c8=A

PATTA

Ore e ore di studio effettuate dal computer per passare in vantaggio nel centropartita, vanificate nel finale dal modesto pedone.

Una rivoluzione. Con gli Scacchi del Viceré il consiglio è di non accenderlo nemmeno; oppure, se lo accenderete, dovrete aiutarlo a riscrivere l'intera teoria delle aperture, per giungere a posizioni più favorevoli di quella che abbiamo illustrato.

 

.

ESEMPIO n°2

ESEMPIO n°3

 

.

.

BANDO: OPEN INTERNAZIONE DEL VICERE'

.