ETTORE D’ADAMO VINCE IL MEMORIAL GILLMAN “A”

.

Per commemorare la scomparsa nel 1997 dell’amico Reg Gillman la federazione inglese organizzò un Memorial Internazionale ad inviti suddiviso in 5 tornei: 2 per GM (1 postale l’altro e-mail), 2 per IM (sempre 1 postale e l’altro e-mail) ed uno per dirigenti ICCF.Ho avuto l'onore di essere inserito nel Memorial "A" che risulta il più forte, categoria XII con Elo medio di 2528 !!

Al via 3 GM-ICCF (l’amico italiano Peluso, l’esperto inglese Hollis ed il lettone Gipslis) 1 GM-FIDE (lo scozzese McNab, SIM per l’ICCF), 1 SIM over 2600 (che conta come GM, il polacco Nizynski), altri 2 SIM (il danese Kroll e me), IM fortissimi quali il belga Geenen, il ceco Lexa, l’inglese Hall (tutti con Elo oltre 2500). Io all’inizio ho solo (!) 2511 punti Elo, meno della media del torneo e solo 4 giocatori hanno un Elo più basso del mio.

Nella lista iniziale vi era anche il fortissimo GM argentino Morgado, ma rinuncia prima del via e viene sostituito dal non-titolato brasiliano Gonçalves in possesso di 2570 punti Elo.  La forza dei partecipanti è dimostrata (come se ce ne fosse bisogno) da 3 promozioni a GM durante il torneo: Nizynski termina stravincendo con 14 punti su 16 i ¾ del 17mo Campionato del Mondo e così è promosso GM e disputerà la prossima Finale, promossi anche GM durante il torneo il belga Geenen e l’inglese Hall.

La norma GM è fissata a 8.5 su 14, ma purtroppo il lettone GM Gipslis scompare tragicamente all’inizio del torneo, le sue partite sono annullate e la norma GM ricalcolata a 8 su 13.

Inizio il torneo imponendo una veloce patta in 15 mosse con i neri al GM Geenen, proseguo sempre pattando con i GM McNab e Peluso e poi con l’argentino Hegoburu (tutte con i neri), e quindi patto con i bianchi con lo svedese Söderberg.  Poi il cambio di marcia: infilo una serie di vittorie, prima con il ceco Lexa, poi con il portoghese Reis (unica sua sconfitta del torneo), seguono le vittorie con il danese Kroll, il brasiliano Gonçalves, poi la bellissima partita vinta con il polacco GM Nizynski (pubblicata commentata sia su Telescacco che sul sito, vedi articolo su mia promozione a GM).

Sono a 7.5 su 10, offro la patta al GM Hollis e quando egli con la sua risposta l’accetta ottengo la norma (seconda e quindi il titolo GM) con ancora 2 partite in gioco; sono quindi in corsa anche per la vittoria del torneo.

Il GM polacco Nizynski in testa all’inizio, dopo la sconfitta con me perde terreno, la lotta è invece serrata con i GM Geenen e Hall anche loro in questo momento a 8/11, io e Hall pareggiamo l’incontro diretto mentre Geenen patta con Lexa, tutti ora a 8.5/12 ed una partita in gioco.  Hall perde con Reis, Geenen batte Hegoburu ed infine io batto l’americano Aiken.

La classifica finale vede quindi me e Geenen alla pari con 9.5/13.

Il torneo è stato combattutissimo, tutti gli incontri tra i primi 3 sono terminati pari, ma avendo io vinto con il quarto (Nizynski) ed il quinto classificato (Reis), avversari contro i quali Geenen ha pattato, ho uno spareggio tecnico preferibile e vinco il torneo matematicamente ed indipendentemente dalle ultime partite ancora in corso.

Vi sono precedenti di italiani vittoriosi in un torneo ad inviti di federazione estera ?

Dal libro ICCF-Gold apprendo che Napolitano nel 2° Torneo del Giubileo Svizzero del 1969-73 arrivava primo alla pari con altri 5 giocatori (3° per spareggio tecnico), altre vittorie italiane in tornei esteri di alto livello non mi sono note

Ettore D’Adamo

.Due partite

.

 vincitori di torneo

 HOME ARCHIVIO 

2 aprile 2003