sub.JPG (42444 byte)   

GHERARDO ZEI

BREVE NOTA BIOGRAFICA

 

Sono nato a Roma 40 anni fa. Sono laureato in Legge e lavoro per la Soc. Autostrade. Ho tre figli maschi rispettivamente di 18, 8 e 5 anni. E nessuno dei tre condivide le mie passioni che sono gli scacchi e la pesca subacquea (nel cui ambiente sono sicuramente più conosciuto che nel mondo degli scacchi). Anzi, nell’improbabile ipotesi che esista qualche altro giocatore di scacchi che si diletta a cercare avventura in apnea sul fondo del mare, volevo dire che quel Gherardo Zei della pesca subacquea sono io. E’ proprio così anche se mi rendo conto che la cosa può sembrare strana data la differenza tra le due attività: la prima tutto intelletto e la seconda tutta azione e avventura.

La mia passione per gli scacchi è nata quando avevo circa dieci anni ma poi, senza l’aiuto e l’incoraggiamento della famiglia, abbandonai per lunghi anni finché, intorno ai 24 anni, alcuni episodi casuali mi riavvicinarono a quell’antica passione. Per alcuni anni studiai e mi allenai per conto mio a causa del poco tempo che, tra il lavoro e tutto il resto, mi impediva di giocare tornei a tavolino. Poi all’età di 28 anni scoprii l’esistenza dell’A.S.I.G.C. ed ebbi il battesimo del fuoco nel torneo esordienti E121 che vinsi con facilità. La passione per il telegioco mi travolse e per molti anni giocai moltissimi tornei perdendo pochissime partite. Vi elenco brevemente solo i principali tra i miei risultati: II° classificato nel 23 C.I. di 3° categoria, vincitore del C169, vincitore del B102 e a parimerito del B110, vincitore del 25° C.I. di 1° categoria, vincitore dell' A096, promosso Maestro per ELO 2201 nel 1997, vincitore della semifinale C del 49° Campionato Italiano Assoluto, secondo classificato nel FAX1, vincitore di una semifinale di OPEN OS002, vincitore di una finale di OPEN OF002.

Non ho mai potuto dedicare troppo tempo all’analisi (nonostante la passione per gli scacchi) ma purtroppo ultimamente l’aumento della mia attività lavorativa unitamente ad una sorprendente, anche se piacevolissima, notorietà raggiunta nel mondo della subacquea mi hanno praticamente impedito di giocare e mi hanno quasi convinto a sospendere il gioco per un periodo, portandomi a subire negli ultimi sei mesi circa sette sconfitte, esattamente lo stesso numero di sconfitte che avevo patito nei 13 anni precedenti! (e mi scuso particolarmente per la pessima prestazione fornita nel difendere i colori azzurri nel "Mare Nostrum").

Adesso arrivano gli ultimi successi frutto del lavoro precedente. In particolare la ormai matematica vittoria nella semifinale C del 51° Campionato Italiano Assoluto e questa vittoria nel Primo Torneo dei Campioni alla quale mi sento molto legato. Infatti forse non tutti lo ricordano ma sono stato io ad ideare questo torneo ed a proporlo al Consiglio Direttivo. Inizialmente pensavo di offrirmi per dirigerlo ma poi, quando compresi che la partecipazione non sarebbe stata altissima, mi iscrissi per essere certo che fosse comunque raggiunto il numero minimo dei partecipanti. Oggi l’ho vinto e credo che le partite giocate con i giocatori più titolati quali il Maestro Maffei e il Maestro Dosi siano state di buon livello e degne di un simile torneo. Del resto è quasi una regola nello sport quella che gli assenti hanno sempre torto e, pertanto, sono felice di fregiarmi di questo titolo e ringrazio moltissimo l’amico Maurizio Sampieri (antico e cavalleresco avversario in una partita di arrocchi contrapposti) che ha avuto l’idea di questo pezzo.

Per me stesso, e nel salutare tutti gli amici scacchisti dell’ASIGC a cui mi sento legato da un forte vincolo di amicizia, esprimo l’augurio che i miei impegni non mi costringano a disertare la finale del prossimo 51° Assoluto alla quale mi sono conquistato il diritto di partecipare con molta fatica visto il valore degli amici/avversari che ho incontrato.

A tutti un saluto: AMICI SUMUS.

Gherardo Zei

                                                                                                                              

 vincitori di torneo

 HOME ARCHIVIO 

7 agosto 2001